auto contro cinghiale: rigettata la domanda di risarcimento nonostante il video SUCCESSIVO dell’evento

Il risarcimento è stato negato perchè il video,
fatto dopo l’evento, non è probatorio

cartello cinghiale
cartello pericolo cinghiali

 

Sembra una notizia all’apparenza contro l’utilizzo delle dashcam, in realtà va proprio nella direzione di evidenziare come l’uso di una dashcam possa consentire di ricostruire quanto accaduto con certezza, perchè riprende proprio l’evento e non solo le conseguenze successive, per cui si dispone di un elemento che dimostra quanto realmente accaduto.

Notizia

La notizia in questione è stata riportata, a mio giudizio, in modo un po’ fuorviante dal giornale locale di Padova, ripreso poi sul portale dell’ASAPS, in particolare nel titolo originario “Auto contro cinghiale: rigettata domanda di risarcimento, il video dell’incidente non è elemento probatorio certo” poiché vanno evidenziato alcuni aspetti, in particolare come il video “rigettato” prodotto dall’automobilista non è dell’incidente vero e proprio, ma dei momenti successivi all’investimento dell’animale.

Tornando alla cronaca, in data 11/05/2017 il portale “ASAPS” ha pubblicato la seguente notizia, presa da Padovaoggi (http://www.padovaoggi.it/cronaca/incidente-stradale/torreglia-cinghiale-rigettata-domanda-risarcimento-danni.html).

Analisi della notizia

Da un’attenta lettura della notizia emerge come:

  1. l’incidente non sia stato effettivamente ripreso da nessuno, cioè NON esiste alcuna prova certa dell’avvenuta effettiva collisione tra cinghiale e veicolo, a dimostrazione del sinistro
  2. sull’assenza di una prova certa che dimostri il nesso di causalità tra danno al veicolo e cinghiale fa leva la compagnia di assicurazione della Regione nell’opporsi a liquidare il danno

L’importanza di una dashcam

  1. Se il veicolo invece fosse stato equipaggiato di una dashcam, come quelle della gamma Telecamera Difesa Automobilista – the next generation, che registrano sia di giorno che di notte con video di qualità grazie alla funzione Night Vision, sarebbe stato ripreso quanto accaduto, anche in orario notturno, cioè la collisione tra l’animale e l’automobile, evidenziando ad es. l’imprevedibilità dell’evento, l’impossibilità da parte del conducente di evitare la collisione, … e soprattutto il rapporto causa (cinghiale sulla strada) ed effetto (collisione e conseguenti danni al veicolo)
  2. la disponibilità di un filmato che riprende quanto accaduto prima e dopo l’evento, anche utilizzando la funzione di geolocalizzazione tramite il mini gps logger (opzionale su tutta la gamma), consente di definire in modo chiaro e sicuro anche il luogo dell’evento, rendendo il filmato una prova da presentare in aula difficile da eccepire, identificando altresì la strada e l’ente proprietario della strada

Il video come prova?

La presenza del filmato che dimostra quanto accaduto è utile anche in sede di giudizio allorquando venga citata in giudizio la controparte che si oppone al risarcimento; presentando il filmato come elemento provante e facendolo acquisire in dibattimento, la controparte per ritenere “falso” il fimato dovrebbe smontare la veridicità del filmato, ai sensi dell’art. 2712 C.C. “Le riproduzioni fotografiche, informatiche o cinematografiche, le registrazioni fonografiche e, in genere, ogni altra rappresentazione meccanica di fatti e di cose, formano piena prova dei fatti e delle cose rappresentate, se colui contro il quale sono prodotte non ne disconosce la conformità ai fatti o alle cose medesime […]”. Ma trattandosi di filmato autentico … che timore c’è?

Leggi l’articolo pubblicato da Padovaoggi dell’11 maggio 2017: clicca qui

messaggio promozionale

Come proteggersi durante la guida?

L’utilizzo di una dashcam Telecamera Difesa Automobilista consente di registrare quanto accade durante la circolazione sulla pubblica via, fornendo una ricostruzione fedele di quanto accaduto, oggettiva, utilizzabile dal conducente per dimostrare la propria condotta di guida, l’assenza di causalità nell’evento, … così da poter dimostrare “con i fatti” la realtà, tenuto conto che sul conducente di un veicolo a motore grava sempre la presunzione di colpa come stabilito dall’art. 2054 del Codice Civile.
In presenza di danni cagionati da animali selvatici è possibile dimostrare come sia avvenuto l’incidente per poter chiedere, dove previsto, il risarcimento del danno.

Scopri la nuova gamma di dashcam the next generation by G-Net System:

dashcam-gn700dashcam touchscreen GI500 - the next generation

Perchè queste dashcam sono uniche ed innovative:

  • senza batteria tampone né condensatore → massima garanzia di durata
  • esclusiva tecnologia JDR → massima affidabilità nella registrazione
  • display touchscreen (GI500) → massima facilità di utilizzo
  • senza display (GN700) → possibilità di montaggio estesa
  • guida vocale e menu in italiano → grande facilità
  • oltre 30 ore di registrazione prima della sovrascrittura → record di durata
  • collegabile a smartphone/tablet con App GNET → possibilità di salvare immediatamente i filmati
  • made in Korea → fabbricante di qualità pluripremiato

Le nuove dashcam – the next generation sono distribuite in Italia da Assistenza Video Auto (clicca qui)

Assistenza Video Auto - the specialist of dashcam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci

Il nostro sito utilizza cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione; proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo di cookie tecnici, analitici, terze parti e delle altre tecnologie descritti nella nostra cookie policy. Per maggiori dettagli e/o per modificare le tue impostazioni di utilizzo dei cookie clicca su Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi