hoverboard: si può usare in Italia?

Gli hoverboard non possono circolare sulle strade

Gli hoverboard sono definiti e classificati (clicca qui), come scooter elettrici autobilanciati oppure tavole bicicliche autobilanciate oppure microciclomotori elettrici e sono dispositivi di trasporto personale che sfruttano una combinazione di informatica, elettronica e meccanica, al pari dei più vecchi segway.

hoverboard vietato sulle strade

hoverboard: vietato l’utilizzo sulle strade italiane

Sono basati su 2 ruote collegate a delle piattaforme snodate tra loro il cui movimento viene azionato da un sensore di peso posto sulle piccole piattaforme e da un giroscopio.
Sul mercato, così come on line, spopolano i negozi ed i siti internet che vendono questi mezzi di trasporto.

Viene dunque da chiedersi:

Posso usare l’hoverboard per muovermi sulle strade?

In Italia l’utilizzo degli hoverboard è vietato sulle strade. Infatti il Codice della Strada, all’art. 190, comma 8, prescrive che “la circolazione mediante tavole, pattini od altri acceleratori di andatura è vietata sulla carreggiata delle strade” ed al comma 9 indica altresì che “sugli spazi riservati ai pedoni è vietato usare tavole, pattini od altri acceleratori di andatura che possano creare situazioni di pericolo per gli altri utenti”.
Chi trasgredisce ai precetti precedenti comporta una sanzione amministrativa (“multa”) di 25 Euro (pagamento entro 5 gg ridotta a 17.50 Euro.

E dove posso usare l’hoverboard?

L’hoverboard può essere utilizzato in aree destinate allo scopo e, più in generale, nelle aree private non aperte al pubblico, per le quali non si applica il Codice della Strada.
Se invece l’hoverboard è costruito per uso di bambini o di persone invalide può circolare sui marcipiedi o sulle parti della strada destinata ai pedoni, ma dispositivi nati per questa finalità sono una parte pressoché nulla di quelli in commercio.
Gli hoverboard non possono essere ricompresi tra gli acceleratori di andatura in quanto si tratta di veicoli non funzionanti con la sola propulsione muscolare.

Attenzione!

Gli hoverboard (o microciclomotori elettrici) sono regolamentati dalla Circolare del Ministero dei Trasporti 300/A/1/46049/104/5: ai sensi del D.M. 31.01.2003, che recepisce la direttiva 2002/24/CE, i veicoli a motore a 2 o 3 ruote aventi velocità massima superiore a 6 km/h e che non siano velocipedi a pedalata assistita, né costruiti per l’uso da parte di bambini o invalidi, sono da ricomprendersi a seconda delle caratteristiche costruttive e prestazioni tra i ciclomotori o tra i motoveicoli.

I requisiti richiesti che devono soddisfare gli hoverboard per non essere classificati ciclomotori o motocicli sono:

  • lunghezza massima fino a 1.10 m
  • larghezza massima fino a 0.50 m
  • altezza massima fino a 1.35 m
  • massa massima in ordine di marcia fino a 40 kg
  • potenza massima 1 kW e velocità massima 6 km/h.

Il superamento di anche un solo di questi limiti comporta che l’hoverboard sia considerato ciclomotore, con tutte le conseguenze del caso (omologazione del dispositivo, certificato di circolazione, targa di riconoscimento, patente di guida, età minima di 14 anni, assicurazione, casco …).

Dunque meglio una passeggiata a piedi, più salutare e meno costosa …

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci

Il nostro sito utilizza cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione; proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo di cookie tecnici, analitici, terze parti e delle altre tecnologie descritti nella nostra cookie policy. Per maggiori dettagli e/o per modificare le tue impostazioni di utilizzo dei cookie clicca su Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi