infortunistica stradale: l’anello mancante è la dashcam?

infortunistica stradale: una dashcam per ricostruire gli incidenti

La dashcam è la tecnologia mancante per ricostruire fedelmente gli incidenti stradali

Questo articolo nasce come riflessione a seguito della partecipazione ad un convegno intitolato “Progressi tecnologici e procedure nel rilievo degli incidenti stradali” promosso dalla Polizia Municipale del Comune di Verona, ASAIS-EVU Italia, ASAPS-Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale, VERBATEL – Servizi Informatici e Telematici, GIESSE Risarcimento Danni e PC CRASH.IT e sulla base degli argomenti trattati.
Tra i relatori erano presenti tutti i principali attori che partecipano alle conseguenze derivanti da un incidente stradale e cioè:

  • operatore della Polizia Locale per i rilievi
  • pubblico ministero (PM) per le responsabilità penali
  • ingegnere forense per la ricostruzione della dinamica del sinistro
  • avvocato penalista
  • impresa per la gestione del risarcimento dei danni subiti.

infortunistica stradale

infortunistica stradale

L’infortunistica stradale rappresenta una disciplina che permette la ricostruzione degli incidenti stradali, chiamati anche sinistri, e comprende l’attività di rilievo degli elementi sulla scena dell’evento, l’assicurazione delle fonti di prova per la successiva analisi e ricostruzione da parte dei periti o CTU, al fine di definire la dinamica e le conseguenti responsabilità in capo agli autori del sinistro.
Si tratta dunque di interventi eseguiti in seguito all’evento: da pochi secondi dopo l’incidente fino anche a qualche anno dopo, con tutte le conseguenze del caso in merito alla conservazione degli elementi di prova.


attività di rilievo

In caso di incidente stradale le forze di polizia stradale (Polizie Locali, Polizia di Stato, Polizia Stradale, Carabinieri, …) sono i primi “accertatori” che giungono sul posto.
A loro spetta la fase cruciale dei rilievi, ovvero isolare la zona del sinistro per non compromettere le prove, raccogliere le prove e “fotografare” la situazione.
In questo contesto è fondamentale:

  • competenza del personale di polizia che interviene
  • assicurare le fonti di prova e le tracce pertinenti l’incidente
  • conservare le prove (c.d. “catena di custodia”)
  • individuazione dei testimoni oculare in grado di riferire circostanze utili
  • individuare le responsabilità penali se presenti

La raccolta degli elementi di evidenza e l’analisi qualitativa della dinamica del sinistro permette poi di ricostruire come è avvenuto lo stesso.
Dunque in tale contesto, spesso difficile, i rilievi tecnici costituiscono il fondamento delle analisi successive, per cui sarà richiesta completezza, affidabilità tecnica e processuale, utilizzo in fase di ricostruzione.


ricostruzione

Sulla base delle informazioni acquisite durante i rilievi, si determinano le informazioni quantitative del sinistro (velocità, posizioni prima dell’urto, traiettorie, …) e qualitative (direzione, provenienza, verso dei veicoli, …).
Le informazioni di partenza sono:

  • dichiarazioni testimoniali
  • rilievi metrici sulla scena
  • rilievi ed analisi delle deformazioni subite dai veicoli
  • analisi dei filmati presenti (ad es. telecamere di videosorveglianza presenti in zona)
  • analisi delle centraline e/o scatole nere.

Sulla base degli elementi disponibili prima del sinistro (velocità, masse dei veicoli, tracce, attrito, provenienza dei veicoli, …) e di quanto rilevato dopo l’evento (posizioni post-urto, energia di deformazione, posizioni di quiete dei veicoli, …) si procede poi ad un’analisi tecnica per definire un possibile scenario di quanto realmente accaduto.


affidabilità della ricostruzione

Esiste un’unica ricostruzione di un incidente sulla base degli elementi raccolta sul luogo del sinistro?

La risposta è NO, poichè per ogni dato raccolto è presente un’incertezza stimata che può portare a soluzioni differenti e che di conseguenza possono spostare la responsabilità e di conseguenza anche i risarcimenti possono variare per i danni ingiustamente subiti.


riflessione

In questo contesto, in mezzo a esperti di tutta la catena dell’infortunistica stradale (polizia locale, procuratore, ingegnere forense, avvocato e impresa di risarcimento dei danni), mi è apparso subito evidente come un incidente stradale coinvolga una molteplicità di persone e che ogni persona involontariamente può commettere errori di interpretazione delle prove oppure può semplicemente sottovalutarle o non rilevarle proprio.
La conseguenza di una negligenza può essere drammatica, spostando l’ago della bilancia della responsabilità civile e penale da un soggetto ad un altro, incidendo profondamente sulla vita di una persona.
Sono disposto ad accettare un rischio del genere?
Personalmente assolutamente NO, sono disposto ad assumermi le mie responsabilità per quello che ho realmente fatto ma non per quello che qualcuno pensa od ipotizza abbia fatto.


il ruolo delle dashcam

Cosa posso fare per contribuire alla ricostruzione fedele dell’incidente?
In questo contesto l’adozione nei veicoli di una dashcam, cioè di una telecamera in grado di registrare quanto accade attorno al veicolo, appare una soluzione semplice ma che nel contempo fornisce una prova “principe” di quanto realmente accaduto in modo che la catena dell’infortunistica stradale possa ricostruire la dinamica del sinistro e non una possibile dinamica.

dashcam Full HD-Full HD X2 - the best of dashcam

Dunque la dashcam rappresenta l’anello mancante per poter ricostruire con precisione e fedeltà le dinamiche degli incidenti; alla stessa maniera conducenti che hanno subito atti di pirateria stradale posso fornire utili elementi oggettivi certi per l’individuazione degli autori di reati stradali.


la scelta della dashcam

Scegliere una dashcam significa affidare la propria vita “automobilistica” ed il proprio veicolo, frutto di sacrifici, ad un dispositivo elettronico che deve essere in grado di registrare quanto accade, senza pericoli di malfunzionamenti, blocchi o mancate registrazione.
In questo contesto, sulla base della esperienza e competenza pluriennale maturata nell’ambito delle telecamere veicolari, posso tranquillamente affermare che la tecnologia JDR, sviluppata dal fabbricante G-Net System, costituisce un’eccellenza tecnologica ed un’esclusiva nel panorama mondiale, poichè sviluppata senza utilizzare batterie tampone e condensatori, componenti delicati e “critici” in una dashcam, che conferisce a questi dispositivi una superiore affidabilità.

gamma dashcam G-Net


conclusioni

In caso di incidente stradale, la ricostruzione di quanto accaduto è fortemente influenzata dalle prove presenti sul luogo del sinistro e dall’abilità degli organi di polizia nell’effettuare i rilievi così come dei tecnici che dovranno poi ricostruire la dinamica partendo dalle prove raccolte. Basta un operatore che faccia in modo superficiale o non corretto il proprio lavoro o che non consideri adeguatamente una prova che tutta la lunga catena dell’infortunistica stradale sia compromessa, con conseguente ricostruzione non corretta di quanto accaduto, attribuzione di colpe e sanzioni non corrette e liquidazione falsata dei danni derivanti dal sinistro.
In questo contesto, assieme alle prove raccolte ed alla ricostruzione tecnica presumibile del sinistro stradale, si inseriscono le dashcam che possono fornire l’effettiva realtà dei fatti negli istanti precedenti ed eventualmente successivi del sinistro, riducendo di fatto a zero eventuali errori ed ottenendo una ricostruzione certa dell’evento.

infortunistica stradale realtà

Non sempre le prove riescono a dimostrare quanto realmente accaduto poco prima di un sinistro … con un filmato di una dashcam invece SI!
Ma che sia una dashcam di qualità ed affidabile.

data ultimo aggiornamento: 21.05.2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il nostro sito utilizza cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione; proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo di cookie tecnici, analitici, terze parti e delle altre tecnologie descritti nella nostra cookie policy. Per maggiori dettagli e/o per modificare le tue impostazioni di utilizzo dei cookie clicca su Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi