pedone colpevole se attraversa fuori dalle strisce

pedone colpevole

Corresponsabile il pedone non del tutto prudente e non diligenza nell’attraversare la strada

pedone colpevole investito

 

La Corte di Cassazione, quarta sezione penale, con sentenza n. 23251 del 2019 ha nuovamente ribadito come nel caso di pedone investito vi sia corresponsabilità dell’evento da parte di chi attraversa quando ciò avvenga, come in questo caso, al di fuori delle strisce pedonali presenti e senza alcuna attenzione al sopraggiungere di eventuali veicoli sulla corsia che si trova ad impegnare.

Clicca qui per leggere la sentenza della Corte di Cassazione.

Come tutelare chi guida?

Nel caso dell’automobilista ritenuto “colpevole” di aver provocato la morte del pedone a seguito di investimento, un elemento fondamentale che ha permesso di ridurre la “colpa” e le conseguenze del reato ex art. 589, commi 1 e 2, del codice penale (omicidio colposo), è stato poter ricostruire come la persona offesa (il pedone poi spirato, ndr) “ebbe ad attraversare la strada … fuori dalle strisce pedonali e che prima di essere investita, non prestava alcuna attenzione al sopraggiungere di eventuali veicoli sulla corsia che si trovava ad impegnare”.

Come si è potuto risalire a questa verità?

Attraverso i fotogrammi dei filmati estratti dalle videocamere presenti in loco. Dunque anche in questo caso disporre di un video di quanto accaduto è stato fondamentale per determinare la dinamica dell’evento.

Come tutelare chi guida?

Ed ancora la Cassazione ribasce come “anche il comportamento dei pedoni debba considerarsi soggetto alle comuni regole di diligenza e prudenza …” e “la condotta del pedone, sotto questo profilo, considerate l’ora serale e la densità del traffico, si è appalesata come non del tutto prudente e conforme a diligenza”.

messaggio promozionale

La soluzione?

dashcam G-Net: la soluzione per chi guida

Un occhio vigile che registra quanto accade davanti e dietro al veicolo come le dashcam G-Net della gamma Telecamera Difesa Automobilista – the next generation rappresentano, con l’esclusiva ed innovativa tecnologia JDR, il meglio della tecnologia al servizio dell’automobilista: si tratta infatti di telecamere per veicoli in grado di registrare quanto accade con veicolo in movimento così come durante la sosta, grazie alle modalità automatica “normale“, “evento“, “parcheggio” e “movimento”.
La possibilità di poter dimostrare quanto realmente accaduto, magari anche smentendo presunti testimoni improvvisati o sbadati, permette a chi guida di potersi difendere da accuse che altrimenti si basano su preconcetti, presunzioni di colpevolezza o dall’art. 2054 c.c. (“Il conducente di un veicolo senza guida di rotaie è obbligato a risarcire il danno prodotto a persone o a cose dalla circolazione del veicolo, se non prova di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno. Nel caso di scontro tra veicoli si presume, fino a prova contraria, che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subito dai singoli veicoli.”).

Dunque per chi guida un veicolo e rimane coinvolto in un incidente la strada è sempre in salita e parte già da “colpevole” e deve attivarsi per dimostrare la propria “innocenza“.

Pensi che non ti possa capitare?

Secondo l’ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica), riferiti al solo anno 2017, ci sono stati:

  • 174.933 gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia
  • 3.378 vittime (morti entro 30 giorni dall’evento)
  • 246.750 feriti

Il numero dei morti è in crescita (+2,9%) rispetto all’anno precedente.

Tra le vittime sono in aumento i pedoni (600, +5,3%), i motociclisti (735, +11,9%).

Una dashcam G-Net con l’innovativa tecnologia JDR fa la differenza: superiore affidabilità, qualità professionale, semplicità d’uso rendono questo dispositivo il compagno ideale per ogni spostamento del tuo veicolo.

Perchè rischiare?

Meglio avere un occhio vigile sempre al proprio fianco, meglio avere le dashcam G-Net che sono distribuite in Italia in esclusiva da:

Per maggiori informazioni clicca qui

data ultimo aggiornamento: 05.01.2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

area riservata

Il nostro sito utilizza cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione; proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo di cookie tecnici, analitici, terze parti e delle altre tecnologie descritti nella nostra cookie policy. Per maggiori dettagli e/o per modificare le tue impostazioni di utilizzo dei cookie clicca su Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi