Ricostruzione dell’incidente: suscettibile di valutazione

Interessante sentenza della Cassazione:
rilievi degli organi di polizia stradale
suscettibili di valutazione

La Corte di Cassazione si è espressa recentemente, con sentenza n. 18757 del 28 luglio 2017, sulla validità e fondatezza dei rilievi effettuati dai Carabinieri per la ricostruzione dell’incidente: in particolare viene indicato come “non sono espressione di una funzione pubblica certificativa e, dunque, costituiscono semplici documenti suscettibili di essere liberamente valutati dal giudice come elementi di prova”.

Inoltre “tali atti (relazione di servizio e il rilievo tecnico-descrittivo del sinistro stradale, ndr) fanno fede fino a querela di falso relativamente alle sole circostanze certificate dai Carabinieri in relazione all’attività da loro direttamente svolta (data di redazione dell’atto, nominativi degli ufficiali verbalizzanti, …) ma non anche per il contenuto informativo di quanto appreso o constatato in tali occasioni; queste circostanze fattuali, difatti, non costituiscono oggetto di specifica attività certificatoria riservata dalla legge alle forze dell’ordine (diversamente da come accade per verbali di constatazione della violazione delle norme del Codice della Strada)”.

Cosa significa?

Significa che i rilievi da parte degli organi di polizia stradale in generale (Polizia Stradale, Carabinieri, Polizia Locale, …) relativamente allo stato dei luoghi non sono “oro colato”, ma sono oggetto di valutazione da parte del giudice, con la conseguenza che la dinamica potrebbe essere sempre messa in discussione da una delle parti ed in base alla dinamica si decidono i risarcimenti.

messaggio promozionale

Una dashcam è utile?

Avere a bordo una dashcam della gamma Telecamera Difesa Automobilista – the next generation, cioè una telecamera di qualità professionale per veicoli in grado di registrare quanto accade sulla strada, meglio se a 2 canali (2CH), così da riprende sia davanti che dietro il veicolo, è un valido strumento per poter ricostruire fedelmente la dinamica di un incidente stradale ma anche per altri fatti che possono accadere quotidianamente sulle nostre strade (truffe, finti incidenti, …).

L’innovativa tecnologia JDR ha eliminato batteria interna ricaricabile e condensatore per offrire il massimo dell’affidabilità e della sicurezza nella registrazione; la qualità dei filmati in alta risoluzione Full HD 1080P consente una dettagliata visione del campo visivo mentre il display touchscreen rende l’utilizzo facile ed immediato.
Il mini GPS logger, consente di memorizzare posizione e velocità istantanea del veicolo mentre il Wi-Fi dongle consente di connettere il proprio smartphone alla dashcam, potendo scaricare immediatamente i filmati, riprodurre “in live” quanto ripreso, modificare le impostazioni di registrazione.

 

Leggi la sentenza della Corte di Cassazione n. 18757 del 28 luglio 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci

Il nostro sito utilizza cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione; proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo di cookie tecnici, analitici, terze parti e delle altre tecnologie descritti nella nostra cookie policy. Per maggiori dettagli e/o per modificare le tue impostazioni di utilizzo dei cookie clicca su Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi