risparmiare sull’assicurazione auto il 5%!

Risparmiare sull’assicurazione auto: si può!

risparmiare sull'assicurazione auto

risparmiare sull’assicurazione auto

Volete risparmiare decine di euro sulla vostra assicurazione?

La risposta sembra scontata … ecco un metodo, assolutamente legale e facile per risparmiare prezioso denaro, che le Compagnie Assicurative conoscono bene ma che di fatto non pubblicizzano; questo metodo consente di avere 15 giorni gratis di copertura della responsabilità civile che corrispondono quasi al 5% del valore di una polizza.

Come ogni cosa è opportuno conoscere il perchè di questa possibilità, che cercherò di spiegare, come al solito, nel modo più chiaro e semplice possibile.

Perchè si può risparmiare

Tutto inizia durante il Governo Monti, quando l’allora Presidente del Consiglio abolisce il tacito rinnovo delle polizze assicurative per dare slancio alla concorrenza, stabilendo che i contratti di assicurazione r.c.a. (acrononimo di Responsabilità Civile Auto) di durata annuale si risolvano automaticamente alla scadenza dell’anno e che non possano essere più tacitamente rinnovati.

Per effetto di questa modifica (art. 22 del D.L. n. 179 del 18 ottobre 2012, convertito con modifiche dalla L. n. 221 del 17 dicembre 2012), è stato introdotto l’art. 170-bis del Codice delle Assicurazioni (D.Lvo 209 del 7 setttembre 2009 e successive modifiche).

La legge stavolta è dalla parte degli automobilisti

Art . 170-bis (Durata del contratto)
“Il contratto di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti ha durata annuale o, su richiesta dell’assicurato, di anno più frazione, si risolve automaticamente alla sua scadenza naturale e non puo’ essere tacitamente rinnovato, in deroga all’articolo 1899, primo e secondo comma, del codice civile. L’impresa di assicurazione è tenuta ad avvisare il contraente della scadenza del contratto con preavviso di almeno trenta giorni e a mantenere operante, non oltre il quindicesimo giorno successivo alla scadenza del contratto, la garanzia prestata con il precedente contratto assicurativo fino all’effetto della nuova polizza.”

Va precisato un aspetto: la legge prende in esame la sola copertura assicurativa obbligatoria per legge, cioè la responsabilità civile (r.c. auto), nulla evidenziando in merito alle altre garanzie accessorie offerte dalle Compagnie, che possono operare scelte in libera autonomia relativamente alla durata.

Cosa significa?

La polizza r.c. auto che avete stipulato della durata di 1 anno di validità in realtà vi protegge per 1 anno + 15 giorni, solo che la vostra assicurazione, quando manca circa un mese alla scadenza, vi manda una proposta di “rinnovo” (chiamata di solito proposta di prosecuzione) con decorrenza proprio dalla data di scadenza, facendo “sparire” il beneficio dei 15 giorni.

Non siete convinti? Provate a verificare le ultime polizza dell’assicurazione r.c. auto e vedrete …

Non si tratta di un’interpretazione di chi scrive sulla proroga dei 15 giorni: in tal senso si è espresso il Ministero dell’Interno con la circolare n. 300/A/1319/13/101/20/21/7 del 14 febbraio 2013 a tutti gli organi di polizia stradalel indicando che “la nuova previsione normativa estende a tutti il beneficio della copertura assicurativa nel predetto periodo di 15 giorni [..]”.

Come poter sfruttare i 15 giorni di copertura “extra”?

Spiego adesso come poter utilizzare questi giorni in assoluta sicurezza senza incorrere in pericolose violazioni al Codice della Strada (la circolazione di veicoli a motore senza copertura assicurativa è pesantemente punita dal Codice della Strada con l’art. 193, commi 1-2 e 4, con la sanzione amministrativa pecuniaria di 849,00 Euro e con la sanzione accessoria del sequestro del veicolo ai fini della confisca); è necessario seguire scrupolosamente l’ordine seguente per poter beneficiare di questa possibilità, senza incappare in errori fatali.

  • Un paio di mesi prima della scadenza richiedere dei preventivi per la nuova polizza ad almeno tre Compagnie, anche provando via web (es. Genialloyd, Zurich Connect, Linear, Direct Line, …), così da rendersi conto del prossimo premio da pagare, provando ad indicare, per la medesima polizza, come data di inizio validità quella del giorno corrispondente alla scadenza dell’attuale polizza e quella corrispondente a massimo 15 giorni dalla scadenza (es. la polizza attuale scade il 4 marzo, richiedo un preventivo con decorrenza 4 marzo ed uno con decorrenza non oltre il 19 marzo). Raccomando la lettura delle Condizioni Generali di Assicurazione, perchè ciascuna Compagnia può offrire condizioni o limitazioni differenti, in particolare per le garanzie non obbligatorie
  • Circa un mese prima della scadenza della polizza, l’attuale compagnia assicurativa rende disponibile l’ultimo attestato di rischio in formato digitale ed una proposta scritta di prosecuzione del contratto; se si ritiene la proposta soddisfacente, anche dal punto di vista economico, si può decidere di pagare il prosieguo per un’altra annualità, oppure si chiede alla Compagnia, o all’agenzia autorizzata della Compagnia, di modificare la data di inizio validità della prossima polizza, indicando una data successiva ma non oltre i 15 giorni dalla scadenza della precedente, per beneficiare della copertura “extra”
  • La Compagnia che riceve la vostra richiesta può accettare la tua proposta o rifiutarla: il più delle volte rifiuta per “principio”, adducendo che si tratta allora di una nuova polizza e non più di un “rinnovo” (prosecuzione di copertura), non potendo così “concedere” gli sconti per i rinnovi e praticando un prezzo finale superiore alla semplice prosecuzione; in questo caso si possono accettare le regole imposte dalla Compagnia oppure “scegliere” un’altra Assicurazione, disponendo già di un preventivo più economico
  • Se si intende cambiare Compagnia di assicurazione, con il preventivo elaborato, durante il periodo di scadenza della vecchia polizza e fino ad un massimo di 15 giorni puoi circolare “tranquillo”, sapendo che la vecchia Compagnia risponde dal punto di vista civile (fino al massimale stipulato) fino a massimo 15 giorni ovvero fino alla data di effetto (data di decorrenza) di un eventuale nuovo contratto stipulato con la stessa o diversa impresa, a copertura del medesimo rischio.
  • Procedere alla stipula del nuovo contratto facendo bene attenzione che vi sia prosecuzione di copertura del tuo veicolo: ritornando all’esempio iniziale, se la polizza vecchia scade il 04 marzo alle ore 24.00, allora il veicolo è assicurato fino alle ore 24.00 del 19 marzo, per cui la nuova polizza dovrà avere decorrenza massima dalle ore 24.00 del 19 marzo, altrimenti il veicolo per uno o più giorni risulta NON assicurato e non potrà essere utilizzato sulla pubblica via
  • Se dopo aver pagato il premio la Compagnia non rilascia subito il certificato assicurativo (il contrassegno, si ricorda, è stato abolito) da esporre sul parabrezza, conviene richiedere immediatamente la quietanza di pagamento, che è un attestato sostitutivo del certificato e del contrassegno della durata 5 giorni, che dimostra che hai pagato l’assicurazione per il tuo veicolo
  • Attendere qualche giorno (non oltre 5) che arrivi il certificato assicurativi: il certificato assicurativo va custodito in originale all’interno del veicolo, mentre il contrassegno va esposto in modo chiaro e ben visibile sul vetro parabrezza (per gli autoveicoli, motoveicolo con la sola esclusione dei motocicli)
  • Il gioco è fatto: hai risparmiato fino a 15 giorni sull’assicurazione di responsabilità civile, hai posticipato la scadenza della polizza l’anno prossimo di altrettanti giorni, hai di fatto risparmiato quasi il 5% del premio, il tutto senza fare nessuna fatica, alla luce del sole, senza trucchi od inganni, in modo pulito e assolutamente legale!

messaggio promozionale

Vuoi un testimone elettronico quando guidi?

dash cam di qualità professionaledash cam di qualità professionale

E’ una gamma di dashcam – the next generation con l’innovativa tecnologia JDR, che rende queste dash cam uniche per sicurezza ed affidabilità della registrazione. La telecamera anteriore registra fimati con risoluzione Full HD 1080P, mentre la posteriore è proposta in 2 modelli, con risoluzione D1 480P (modello GI500) oppure Full HD 1080P (modello GI700) così da disporre di una ricostruzione precisa e attendibile di quanto accaduto, utile per dimostrare quanto accaduto durante la circolazione sulle strade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci

Il nostro sito utilizza cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione; proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo di cookie tecnici, analitici, terze parti e delle altre tecnologie descritti nella nostra cookie policy. Per maggiori dettagli e/o per modificare le tue impostazioni di utilizzo dei cookie clicca su Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi