scegliere una dashcam: batteria, condensatore o JDR?

scegliere una dashcam:

con batteria?
con condensatore?
oppure con JDR?

scegliere una dashcam

L’innovazione tecnologica prosegue anche per il mondo delle dashcam.

Questa volta però è meno perpecita, perchè riguarda un aspetto interno, praticamente sconosciuto per chi cerca per la prima volta una dashcam: il tipo di alimentazione ed il file system, che riguarda un aspetto fondamentale: stabilità e sicurezza della registrazione dei filmati. Cerco di spiegare il tutto nel modo più semplice possibile, evitando spiegazioni troppo tecniche, per far capire i vantaggi e gli svantaggi delle soluzioni proposte.

tipo di alimentazione

Il principio di base è che tutte le dashcam per auto sono fornite di un cavo di alimentazione che termina con uno spinotto da inserire in una presa accendisigari o 12 V del veicolo; quel che cambia è cosa succede quando viene alimentata la dashcam.
Le soluzioni tecnologiche adottate dai fabbricanti e presenti sul mercato sono attualmente 3:

  1. batteria tampone (al litio, nichel-cadmio, …)
  2. condensatore
  3. senza batteria e senza condensatore, utilizzando la tecnologia JDR

La scelta di una soluzione rispetto ad un’altra dipende anche dal file system adottato.

tipo di file system

In breve il file system è un tipo di file speciale per sistemare ed organizzare i dati nella memoria: nella microSD in cui la dashcam andrà a scrivere o leggere dati, sarà regolata da una struttura di file system. E’ in pratica come un indice di un database che contiene l'”indirizzo” in cui vi è salvato il dato desiderato.
Il file system più utilizzato è il FAT, che trova applicazione comune nei computer, come quello di casa e richiede un’alimentazione tramite batteria tampone oppure con condensatore.
Di recentissima introduzione è il file system JDR, che risolve alcuni problemi del FAT, e che non richiede né la batteria né il condensatore.
Ricapitolando:

  1. per dashcam con batteria tampone o condensatore è usato il file system FAT
  2. per dashcam senza batteria tampone e senza condensatore è utilizzato il nuovo file system JDR.

La differenza tra i 2 file system è legata al processo di archiviazione delle informazioni sulla memoria.

dash cam con batteria tampone o con condensatore

Il file system FAT è comune a tutte le dashcam con batteria interna e a quelle con condensatore; permette di salvare i filmati come file video nella scheda di memoria ma con alcune limitazioni, dovute alla frammentazione dei files, che vengono salvati in modo “random”, cioè in posizione casuale sulla scheda di memoria, potendo generare talvolta il blocco della registrazione con conseguente necessità di formattare la scheda di memoria per poter ripartire.
Per spiegare la differenza utilizzo un’immagine:

Ma il limite più “pesante”, che condiziona l’affidabilità della dashcam, è che i filmati non vengono registrati secondo dopo secondo sulla scheda, ma sono salvati a intervalli di tempo; ne consegue che, in caso di mancanza improvvisa dell’alimentazione elettrica (incidente ma anche un semplice spegnimento della dashcam) gli ultimi dati non ancora salvati (da pochi secondi a qualche minuto) andrebbero perduti; per questo viene montata una batteria interna (di solito al litio, ricaricabile e sostituibile perchè si usura con il tempo) o di un condensatore (usurabile con il tempo ma più difficile da sostituire), per prevenire la perdita di dati, perchè fornisce l’energia necessaria al salvataggio ed alla chiusura della dashcam; fondamentale è un controllo periodico dello stato della batteria e del condensatore per controllarne lo stato di usura; se “consumati” vanno sostituiti per continuare a garantire la loro funzione.

schema-funzionamento-altre-dashcam

Riassumendo:

PRO: dashcam dal prezzo inferiore

CONTRO: richiede manutenzione periodica, eventuale sostituzione della batteria usurata o del condensatore per garantire affidabilità nella registrazione.

dashcam con tecnologia JDR

La tecnologia JDR è di recentissima introduzione; la si trova solo su un numero ridotto di dashcam di origine coreana di prezzo e qualità elevate (da 250-300 Euro in su). Permette di salvare i filmati come file video nella scheda di memoria in modo ordinato, senza spazi “vuoti”, senza frammentare i files; ne consegue anche che non serve più formattare periodicamente  la scheda di memoria.
Per spiegare la differenza utilizzo un’immagine:

Viene superato anche il problema della manutenzione, nel senso che è assente sia la batteria tampone che il condensatore e, come si dice “tutto quello che non c’è non si rompe”, per cui l’affidabilità è al top.
Inoltre i filmati vengono registrati immediatamente, istante dopo istante, sulla scheda di memoria, senza alcuna latenza temporale. Ne consegue che, in caso di mancanza improvvisa dell’alimentazione elettrica (incidente ma anche un semplice spegnimento della dashcam) i dati sono salvati fino all’ultimo istante, senza alcuna perdita.

Riassumendo:

PRO: altissima affidabilità, manutenzione assente

CONTRO: prezzo leggermente superiore.

conclusioni

Sul mercato sono disponibili dashcam sia con batteria interna che con condensatore; entrambe le tipologie, con il normale utilizzo, sono soggette ad una naturale usura con il tempo, risentendo maggiormente degli sbalzi di tensione dovuti agli avviamenti del motore e di utilizzi prolungati nel tempo; tecnologicamente più semplici, utilizzano la tecnologia FAT che presenta alcuni limiti, in particolare la scrittura ritardata sulla memoria micro SD, ragion per cui richiedono una maggiore attenzione e manutenzione.
Per ovviare a questi problemi, ed ottenere un’affidabilità superiore, è stata sviluppata la tecnologia JDR, che consente di avere dashcam senza batteria interna e senza condensatore: la manutenzione è assente e la scrittura avviene in modo sequenziale, senza necessità di formattare periodicamente la scheda; la tecnologia JDR si trova attualmente sui modelli di punta di produzione coreana (assieme a dashcam con condensatore), mentre è assente in quelli di produzione cinese, più propensi all’utilizzo della batteria interna. L’affidabilità nella scrittura nei filmati con tecnologia JDR è superiore rispetto alle altre dashcam.

2 Comments

  1. Luigi ha detto:

    Salve, come controllare se il G-sensor di una dash cam funziona (naturalmente senza provocare un sinistro).
    E come viene segnalato il file non sovrascrivibile?
    Grazie

    • Gabriele ha detto:

      Buongiorno Luigi,

      per verificare il G-Sensor è sufficiente:
      1) nelle impostazioni selezionare il livello con maggiore sensibilità;
      2) in una strada chiusa alla circolazione o similare procedere ad una frenata intensa

      così da attivare la registrazione in modalità “emergenza”, che si verifica in caso di brusche decelerazione del veicolo.
      Il file relativo ad una registrazione “emergenza” viene salvato:
      1) per le dashcam classiche in una cartella diversa, così che non venga sovrascritto; per eliminarlo serve una cancellazione volontaria oppure una formattazione della scheda di memoria; alla lunga porzioni di memoria “bloccate” possono richiedere la formattazione della scheda perchè la telecamera non riesce a scrivere correttamente sulla scheda di memoria
      2) per le dashcam più evolute (tipicamente quelle made in Korea, come G-Net System GI500 oppure BlackVue DR650GW, per citarne alcune …) il filmato viene indicato come “Urto” o “Event”, distinguendolo dalla registrazione classica “Normal”; di solito con questi modelli, tramite Wi-Fi è poi possibile procedere al salvataggio immediato scaricando il filmato direttamente sul proprio smartphone anzichè aspettare parecchie ore dopo, con notevoli vantaggi. Per questi modelli non è previsto il blocco del file bensì è possibile riservare una parte di memoria relativa ai filmati “Eventi”.

      Cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci

Il nostro sito utilizza cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione; proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo di cookie tecnici, analitici, terze parti e delle altre tecnologie descritti nella nostra cookie policy. Per maggiori dettagli e/o per modificare le tue impostazioni di utilizzo dei cookie clicca su Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi